RWSC per la cultura VII

La coscienza, che lo si voglia ammettere o no, è una voce che non possiamo silenziare. Qualcuno, i più forti, riescono ad abbassare il volume fino a renderla un ovattato sottofondo ma al primo silenzio lei è li che ci accompagna…
Continua a leggere

RWSC per la cultura V

É un periodo di grande fermento per il RWSC, ci sono tanti progetti in fase di sviluppo ed un solo modo per portarli a termine: crederci sempre!
Vi lasciamo un aforisma di Alessia S. Lorenzi che riassume perfettamente questo concetto…
Continua a leggere

RWSC per la cultura II

Vogliamo condividere con voi un breve scritto che parla di un tema molto caro a noi del RWSC: il “think positive”

“La mente ha una strana capacità di tramutare i pensieri nel loro equivalente fisico. In base alla legge eterna dell’attrazione, i nostri pensieri si traducono sempre in cose materiali che ne riflettono la natura.
Un atteggiamento mentale positivo è l’abitudine di vedere in tutte le situazioni spiacevoli che si incontrano altrettante opportunità per mettere alla prova la propria capacità di superarle tramite la ricerca del “seme di un beneficio equivalente”.
Un atteggiamento mentale positivo è l’abitudine di valutare tutti i problemi, e di distinguere tra quelli che si possono e quelli che non si possono controllare.
Chi ha un atteggiamento mentale positivo cerca di risolvere i problemi che può controllare, e fa in modo che gli altri, quelli che non può controllare, non trasformino il suo atteggiamento mentale da positivo in negativo.
Un atteggiamento mentale positivo ci aiuta ad accettare le fragilità e le debolezze degli altri senza lasciarci condizionare dalla loro negatività, o lasciarci influenzare dal loro modo di pensare.
Un atteggiamento mentale positivo è l’abitudine di agire con un scopo ben preciso, credendo fino in fondo sia nella bontà di quello scopo sia nella propria capacità di realizzarlo.
È l’abitudine di andare oltre la lettera delle proprie responsabilità e di rendere, in modo affabile e cordiale, un servizio migliore e più accurato di quello che si è tenuti a rendere.”

– Napoleon Hill, Con la tua mente puoi fare miracoli –

RWSC per la cultura

Vogliamo condividere con voi questa frase di P. John Faber (pseudonimo di un poeta del quale ancora oggi si hanno notizie frammentarie e non documentate), che riassume un po’ lo spirito della ciurma del Red Wine Smoking Club

“Donare un sorriso
rende felice il cuore.
Arricchisce chi lo riceve
senza impoverire chi lo dona.
Non dura che un istante
ma il suo ricordo rimane a lungo.
Nessuno è così ricco
da poterne far a meno
né così povero da non poterlo donare.
Il sorriso crea gioia in famiglia,
dà sostegno nel lavoro
ed è segno tangibile di amicizia.
Un sorriso dona sollievo a chi è stanco,
rinnova il coraggio nelle prove
e nella tristezza è medicina.
E se poi incontri chi non te lo offre,
sii generoso e porgigli il tuo:
nessuno ha tanto bisogno di un sorriso
come colui che non sa darlo”

John Faber