RWSC: Never ending story

…E anche la terza stagione radiofonica del Red Wine Smoking Club è giunta al termine MA -come è ormai consuetudine- i ragazzacci non si fermano qui.
Facciamo un riassunto di questo passaggio 2016/2017 e andiamo a scoprire quali sorprese stiamo preparando per chi ha ancora voglia di divertirsi con noi!

Ok, lo ammettiamo, in questa stagione siamo stati poco attivi sul nostro blog ma cercate di capirci, sono stati mesi pregni (si, ho fatto colazione con lo Zanichelli) di impegni: 31 puntate su Radio Croda, 17 puntate su Rock ‘n’ Roll Radio, per ognuna di queste puntate abbiamo preparato sigle, spot, locandine, scenette, rubriche oltre a tanto lavoro di organizzazione, contatti con gli ospiti, redazione… insomma, quello che in gergo viene chiamato “lavoro sporco”, quello che non passa dai microfoni ma senza il quale il RWSC non sarebbe lo stesso.
Proprio per questo vorremmo cominciare i ringraziamenti da chi è dietro le quinte, la nostra inimitabile Lille, colei che -inspiegabilmente- appoggia le idee malsane dei ragazzacci e cerca di trasformarle in un prodotto digeribile da chi ci ascolta, lei è l’autrice di tutte le locandine e delle grafiche di questa stagione, è la nostra ascoltatrice numero uno e, anche se per mantenere un briciolo di dignità non lo ammetterà mai, è nostra complice tanto quanto Fujiko lo era per Lupin. Però molto più figa.

Una stagione -culminata con una super diretta da 3 ore- lunga quasi 50 puntate, la maggior parte animate da interviste con ospiti in studio o telefonici, abbiamo conosciuto tanti bravissimi artisti emergenti, altri erano già noti ai nostri microfoni, abbiamo attraversato buona parte dello spettro musicale (sempre a sfondo rock, of course) dalle sonorità più ricercate e melodiche a quelle brutali e cattive, ci sentiamo però di dire che TUTTI sono stati ospiti graditissimi.
Parte della nostra soddisfazione deriva dal fatto che prima, durante e dopo la diretta, i nostri ospiti si siano sempre trovati a loro agio… e come potrebbe essere il contrario con quattro padroni di casa così?!?
Sorpresa n°1: la stagione appena conclusa ci ha portato in dono alcune sigle e jingle che ospiti del calibro di Genus Ordinis DeiMario Percudani e Dionea ci hanno spontaneamente inviato (sotto legittima tortura di Robi Fiaschetta), a breve le renderemo scaricabili gratuitamente per pimpare il vostro smartphone con una fuckin’ suoneria rock del RWSC!

Fortunatamente non di sola musica vive il Red Wine, anche quest’anno non ci siamo fatti mancare in palinsesto degli ospiti nell’ambito del sociale (AGEDO, Emergency, Disabili in corsa, Dolcevita Magazine, giusto per citarne alcuni) che, sempre con la caratteristica leggerezza della nostra trasmissione, ci hanno aiutato a conoscere e/o comprendere meglio alcune realtà che ci circondano e delle quali spesso sappiamo troppo poco.
Abbiamo volutamente omesso di citare una di queste importanti associazioni, Il Girasole Onlus, perchè in questo caso vogliamo aprire una felicissima parentesi. Punto d’incontro tra l’associazione ed il RWSC è stato Ricky Anelli (e chi non lo conosce questo fantastico cantautore?!? Beh, se non lo conoscete correte ad ascoltarvelo!), con il quale si è creata subito un’ottima sinergia che ha portato Ricky, il suo socio Francesco Matano, i volontari del Centro Diurno del Dipartimento di Salute Mentale dell’Azienda Ospedaliera di Treviglio, con la consulenza dei nostri ragazzacci e la disponibilità di Radio Croda a realizzare il progetto Sunflower.
Sunflower è il programma radiofonico prodotto e registrato dagli ‘ospiti’ dell’associazione Il Girasole negli studi di registrazione e produzione Musica per il cervello (di proprietà di Ricky e Francesco), Radio Croda ha ospitato le due puntate trasmesse, tra buon gusto per la musica, poesia e il giusto tocco di ‘pazzia’.

Tutto questo è stato possibile grazie alle due radio che ci hanno dato la possibilità di farci sentire e di giocare e scherzare con voi a casa, ci sarebbero tanti nomi da citare ma li riassumeremo con quelli dei due capitani coraggiosi che -non senza qualche timore- ci hanno dato carta bianca per le nostre pazzie radiofoniche: Daniele Caravaggi e Davide Mozzanica.
Mentre per Daniele (superpresidentissimo di Radio Crod’a) eravamo un rischio abbastanza noto, per ‘DavidOne’ (superdirettoreartistico di R’n’R Radio coadiuvato dal grande Pino Scotto e Simo SKW) eravamo un fottutissimo salto nel buio, per questo ci teniamo a ringraziare sia chi già ci conosceva, per non averci chiuso le porte in faccia, sia chi invece ha in qualche modo scommesso su di noi, non sapendo quale bomba ad orologeria fosse il RWSC. Grazie ragazzi, è stata un’esperienza fighissima.

Prima di passare alle news estive volevamo ringraziare tutti, ma proprio tutti quelli che ci hanno ascoltato, che ci hanno scritto, che ci hanno insultato via whatsapp, che sono venuti in studio a trovarci, tutti gli ospiti, i ‘colleghi’ delle altre trasmissioni… è stata una stagione lunga e in alcuni momenti difficile ma noi, 4 cavalieri dell’ignoranza, l’abbiamo affrontata all’arrembaggio.
Ancora un grazie di cuore a tutto lo staff, il presidentissimo Serse, Lille, Lele, Staffo, Walter, EnKlave e tutti gli amici che ci aiutano.

Qualcuno ci ha chiesto cosa avremmo fatto alla fine della stagione… beh, è ancora presto per parlare di progetti a lungo termine, però possiamo svelarvi cosa è successo dopo l’ultima puntata di questa faticosa annata radiofonica:
Sam the Nomad si è messo in silenzio stampa e si esprime solo a gesti, ci pare di aver capito che dopo aver parlato per 100 ore in una stagione, si sia preso una pausa riflessiva.
Robi Fiaschetta Mazzoni finita l’ultima puntata è corso a casa e finalmente, dopo un anno, si è potuto fare una doccia all’urlo di “andate a fare in culooo!!!” riferendosi al fatto che gli abbiamo cucito addosso il ruolo del ‘poco attento all’igiene personale’, che però ha fatto suo con grande maestrìa.
Max the Cinic ha fatto una scelta coraggiosa, è entrato nella comunità di recupero di Don Gino a Codroipo. Adesso ci tocca spiegargli che Don Gino è uno dei suoi personaggi e che la deve smettere di prendere le pastiglie per la pressione con il whisky.
Gypsy Joe dopo un anno a cercare di porre ordine al delirio dei tre compari, è andato a cercare pace in Tibet e a scoprire se stesso.
É tornato 7 giorni dopo dichiarando che ha scoperto di essere un coglione.
Lille sta continuando a preparare grafiche e locandine. Non sappiamo per cosa. Non si ferma più. La dovremo abbattere.
Serse sta prendendo accordi con chiunque gli prometta soldi in cambio del nostro lavoro. Avete capito bene, lui prende i soldi, noi ci mettiamo il lavoro. Gli manderemo un sicario della Yakuza per spiegargli che non siamo d’accordo.

Sappiamo cosa state pensando: “Ma che cazzo, hanno concentrato tutto qui quello che non hanno scritto in un anno?”. Forse avete ragione, quindi veniamo al presente.
Siamo lieti di annunciarvi che, anche per questa estate, il Red Wine Smoking Club uscirà dagli studi radiofonici per godersi -e farvi godere- la SUMMER EDITION 2017!
Quando e dove ci trovate? Eccovi i primi appuntamenti:

  • 17 Giugno – Motoraduno, Caffé 500 (Romano di Lombardia)
  • 08 Luglio – TBD, Caffé 500 (Romano di Lombardia)

Stiamo ancora definendo alcune date, quindi stay tuned e seguite gli aggiornamenti sulla nostra pagina facebook

Cya on the road guys!!!

Sam, Robi, Max, Joe #RWSC

P.s.: se siete interessati ai nostri servigi di Rock DJ set e intrattenimento, contattateci sulla nostra pagina facebook oppure inviando una mail a redwinesmokingclub@gmail.com

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...